La migliore libreria online gratuita

Giustizia in educazione. Svantaggio scolastico e strategie educative

FORMAT: PDF EPUB MOBI
DATA DI RILASCIO: 24/01/1990
DIMENSIONI PER FILE: 12,70
ISBN: 9788835083719
LINGUAGGIO: italiano
AUTORE: Milena Santerini
PREZZO: GRATIS

Tutti i libri che hai letto e scaricato da noi

Descrizione:

...oncentrazione, iperattività motoria, scarsa tolleranza delle frustrazioni, fenomeni di prepotenza e bullismo ... Giustizia in educazione. Svantaggio scolastico e strategie ... ... . Visto che il Consiglio di amministrazione dell'Agenzia, nella seduta del 23 settembre 2010, ha valutato positivamente la possibilità di attivare sinergie con il Ministero di giustizia - Dipartimento giustizia minorile - e l'Assessorato alle Politiche educative, scolastiche, della famiglia e della gioventù di Roma Capitale, al fine di promuovere il recupero dell'educazione scolastica ... Next Scaricare (PDF.EPUB.MP3) Giustizia in educazione. Svantaggio scolastico e strategie educative - Mile ... Giustizia in educazione. Svantaggio scolastico e strategie ... ... ... Next Scaricare (PDF.EPUB.MP3) Giustizia in educazione. Svantaggio scolastico e strategie educative - Milena Santerini Bisogni Educativi Speciali (BES) comprende: "lo svantaggio sociale e culturale, i disturbi specifici di apprendimento e/o disturbi evolutivi specifici, le difficoltà derivanti dalla non conoscenza della cultura e della lingua italiana perché appartenenti a culture diverse". Chi sono gli studenti con BES? una visione d'insieme dello svantaggio scolastico Per avere una visione d'insieme del fenomeno di cui sto scrivendo riporto di seguito la suddivisione degli svantaggi scolastici che viene fatta nella Direttiva Ministeriale 27 dicembre 2012, secondo la quale possono essere individuate tre grandi aree: disabilità, disturbi evolutivi specifici , svantaggi socio-economici, linguistici ... l'abbandono e la dispersione scolastica, in coerenza con il profilo educativo, culturale e professionale dei diversi gradi di istruzione, per realizzare una scuola aperta, quale laboratorio permanente di ricerca, sperimentazione e innovazione didattica, di partecipazione e di educazione alla cittadinanza attiva, per garantire il diritto allo A tal proposito, il Ministero dell'Istruzione, con la Direttiva ministeriale del 27 dicembre 2012 recante Strumenti di intervento per alunni con Bisogni Educativi Speciali ed organizzazione scolastica per l'inclusione, e poi con la circolare ministeriale n. 8 del 6 marzo 2013 e successive note di pari oggetto (del 27 giugno 2013 e del 22 novembre 2013), ha fornito alle istituzioni ... protagonisti della comunità scolastica sono coinvolti, attraverso una rete di azioni condivise e di relazioni significative,nel processo d'integrazione e, proprio attraverso l'incontro e la collaborazione delle figure di riferimento, si può rispondere alla molteplicità dei bisogni educativi, speciali e non. La...